Facoltà di Architettura

Modelli e atteggiamenti: figure antropomorfe per il significato delle città

DSpace/Manakin Repository

Show simple item record

dc.contributor.author Camiz, Alessandro
dc.date.accessioned 2015-09-25T13:06:53Z
dc.date.available 2015-09-25T13:06:53Z
dc.date.issued 2006
dc.identifier.citation A. Camiz, Modelli e atteggiamenti: figure antropomorfe per il significato delle città, in Società, identità e trasformazione, "Architettura e Città", n. 1, , Di Baio editore, Milano 2006, pp. 141-142. en_US
dc.identifier.isbn 8874990588
dc.identifier.uri http://research.arc.uniroma1.it:80/xmlui/handle/123456789/1091
dc.description XV Seminario Internazionale e Premio di Architettura e Cultura Urbana che si è svolto presso l’Università di Camerino nell’estate del 2005. en_US
dc.description.abstract La possibilità di costruire figure significanti in architettura si avvale quindi dello sconfinamento del limite della proprietà acquisendo, esternamente ai confini del lotto, elementi capaci, una volta composti insieme con quelli nuovi, di costruire una parte riconoscibile di città. Tale parte di città dove il contesto può assumere una prevalenza figurale rispetto al progetto stesso riconosce ‘che tutte le interpretazioni iconologiche della forma della città abbiano qualche possibile punto di tangenza con quella antropomorfica In tali casi il solo controllo della figura e della sintassi formale non sono sufficienti a garantire la conformità estetica. en_US
dc.language.iso it en_US
dc.publisher Di Baio Editore, Milano en_US
dc.title Modelli e atteggiamenti: figure antropomorfe per il significato delle città en_US
dc.type Book chapter en_US


Files in this item

This item appears in the following Collection(s)

Show simple item record

Search DSpace


Advanced Search

Browse

My Account